RICERCA DI TERMODINAMICA

MOTO PERPETUO di SECONDA SPECIE

Nuovo Concetto di Entropia, Richiesta di Parere, Turbo-Pompa ad Ingranaggi Ellittici,
Ciclo Rankine-Hirn, Cicli Entalpici e Cicli Entropici, Motori e Distillatori, Rendimento Unitario,
Ottimazione del Rendimento, Cicloide Ellittica, Nuovo Integrale Indefinito, una Legge Assoluta.






(24)
 
MOTORI TERMICI con
RENDIMENTO UNITARIO.

Progettazione che occorre CHIARIRE

Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.
       
Nel Piano Entropico Ω(T,S) questi nuovi  Cicli TERMICI (fig.3,5,7) rappresentano una serie di VARIANTI (O→P→3→4→5→O) del Ciclo RANKINE-HIRN  (6→1→2→3→4→5→6)(fig.3) che si ottengono spostando sulla orizzontale (6-N) l’ENTROPIA del Punto Iniziale (6) e li abbiamo chiamati Cicli ENTROPICI.
 
Questi Cicli ARRESTANO la CONDENSAZIONE (5→6) nel nuovo Punto INIZIALE (O), quindi il RENDIMENTO assume il valore minimo (25-30%) nel Ciclo RANKINE-HRN a sinistra ma CRESCE a destra diventando certamente UNITARIO (η=1) negli ultimi Cicli ENTROPICI (fig.5,7).
 
Il MODELLO FUNZIONANTE di uno di questi MOTORI può REALIZZARSI con POCA SPESA nel giro di pochi giorni in una modesta Fabbrica di FIGORIFERI, osservando che, in modo schematico, ogni FRIGORIFERO funziona come una POMPA che aspira CALORE dall’INTERNO (che si RAFFREDDA) e lo restituisce all’ESTERNO (che si RISCALDA). Viceversa nel Motore ENTROPICO la POMPA aspira CALORE dall’ ESTERNO (che si RAFFREDDA) e lo restituisce all’INTERNO (che si RISCALDA) fornendo LAVORO.
 
Interessanti VARIANTI del MOTORE TERMICO, azionato dallo stesso Ciclo ENTROPICO (O→3→4→5→O) (Fig.7) con RENDIMENTO Unitario (η=1), sostituiscono ACQUA (H2O) con alcuni FLUIDI Frigoriferi che in parte utilizzano CALORE esterno. In particolare abbiamo scelto i seguenti FLUIDI circolanti:
 
ACQUA (H2O), AMMONIACA (NH3), ANIDRIDE CARBONICA (CO3), FREON-12 (CF2Cl2).

Tutto questo a titolo PROVVISORIO, finché non si riesca a inventare FLUIDI FRIGORIFERI  con TEMPERATURE di Congelamento più BASSE, tali da ottenere CALORE soltanto da un’UNICA SORGENTE TERMICA, che significa: MOTO PERPETUO di SECONDA SPECIE.
 
Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14
) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.

 
-----------------------------------------------------------
Un Problema di Progettazione che occorre CHIARIRE

Le TABELLE TERMODINAMICHE di K.RAZNJEVIC (link15) sono necessarie per costruire IMPIANTI CHIMICI, TERMICI, FRIGORIFERI, ma anche (quello che più ci interessa) MOTORI TERMICI azionati da Cicli ENTROPICI (O→P→3→4→5→O) (fig.5,7) con RENDIMETO UNITARIO (η=1) dove il FLUIDO circolante (es. Acqua) deve essere NECESSARIAMENTE allo STATO di VAPORE.
 
Se invece quel FLUIDO è disponibile SOLTANTO allo Stato LIQUIDO occorre VAPORIZZARLO prima che entri nel nuovo PUNTO INIZIALE (O), un PROBLEMA che si risolve facilmente a costo ZERO convogliando una piccola PORTATA (litri/sec) di LIQUIDO in uno SCAMBIATORE di CALORE abbastanza GRANDE e ASPIANDO il VAPORE SOPRASTANTE fino alla DEPRESSIONE desiderata (dP<0) alla stessa TEMPERATURA (dT=0) del LIQUIDO.
----------------------------------------------------------------------------
 

MOTORE a VAPORE d’ACQUA (H2O)
con RENDIMENTO UNITARIO.
Progettazione che occorre CHIARIRE

Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.
   
  H2O (Acqua) TF=20(0C), TC=374,15(0C)                                Tabella.A
T p H' H" H"-H’ S’ S"
(0C) (Kp/cm2) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kgK) (kJ/kgK)
374,15 225,6 2100 2100 0 4,430 4,430
340 150,0 1595 2622 1027 3,661 5,336
300 (400) 87,6 1345 2749 (3117) 1404 3,255 5,705 (6,293)
250 (400) 40,6 1086 2801 (3212) 1715 2,793 6,072 (6,774)
200 (400) 16,0 852 2793 (3254) 1941 2,331 6,432 (7,243)
100 1,033 419 2676 2257 1,307 7,355
30 0,043 126 2556 2430 0,437 8,452
20 0,024 84 2537 2453 0,296 8,666
 
Nel Piano Entropico Ω(T,S) la (fig.7) e il Grafico Esecutivo (accanto) rappresentano il Ciclo ENTROPICO (O→3→4→5→O) di un MOTORE dove l’ACQUA (H2O) costituisce il FLUIDO circolante. Questo MOTORE esclude la CONDENSAZIONE (5→6) e quindi funziona certamente con RENDIMENTO UNITARIO (η=1).
 
Quindi ci siamo valsi della Tab-A di K.RAZNJEVIC (link15) per determinare la Termodinamica dell’ACQUA (H2O) nel Ciclo ENTROPICO  (O→3→4→5→O), (fig.7), sapendo che la Portata di 1.kg/s determina (link11) una POTENZA di 1134 KW con RENDIMENTO Unitario (η=1).
 
 Nel nuovo PUNTO INIZIALE (N=O) la POMPA aspira VAPORE d’Acqua a T=20 OC e p=0,024 Atm , lo COMPRIME a p=16 Atm e T=20 OC (costante), che a p=16 Atm (costante) si RISCALDA da T=20 a T=200 OC sul Primo Lato (N→3) del Ciclo, poi si SURRISCALDA sulla (3→4) da T=200 a T=400 OC a p=16 Atm (costante), infine sulla Iso-Entropica (verticale) (dS=0)=(4→5) la TURBINA riduce la PRESSIONE da p=16 a p=0,024 Atm e la Temperatura da T=400 a T= 20 OC, ottenendo FLUIDO (quasi VAPORE) a 20 OC e 0,024 Atm nel Punto (5), dove riceve CALORE in (5→N) trasformandosi interamente in VAPORE a 20 OC e 0,024 Atm (costanti) nel PUNTO INIZIALE (N), per RICOMINCIARE.
--------------------------------------------------



MOTORE a VAPORE di AMMONIACA (NH3)
con RENDIMENTO UNITARIO.

Progettazione che occorre CHIARIRE

 
Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.
   
 NH3 (Ammoniaca) TF=-60(0C), TC=132,4(0C)                    Tabella.C
T p H' H" H"-H' S' S"
(0C) (kp/cm2) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kgK) (kJ/kgK)
132,4 115,2 1320 1320 0 6,700 6,700
100 (150) 84,5 945 1655 (1890) 710 5,680 7,620 (8,250)
50 20,73 659 1711 1052 4,984 8,241
10 (50) 6,27 465 1691 (1790) 1226 4,353 8,684 (9,040)
0 4,38 419 1681 1262 4,181 8,809
-25 1,546 305 1649 1344 3,751 9,167
-50 0,417 194 1608 1414 3,300 9,620
-60 0,223 151 1591 1440 3,084 9,842
 
Nel Piano Entropico Ω(T,S), la (fig.7) assieme al Grafico Esecutivo (accanto) rappresentano il Ciclo ENTROPICO (N→3→4→5→N) dell’AMMONIACA (NH3), che esclude la Fase di CONDENSAZIONE (5→6) e quindi funziona certamente con RENDIMENTO UNITARIO (η=1).
 
In questo caso (Tab.C) una parte del CALORE occorrente lungo la Iso-Titolo del Primo Lato (N→3) per riscaldare VAPORE di Ammoniaca da -60 OC fino a +100 OC può essere fornito GRATUTAMENTE dall’AMBIENTE CIRCOSTANTE.
 
Tutto questo a titolo PROVVISORIO, finché non si riesca a inventare FLUIDI FRIGORIFERI  con TEMPERATURE di Congelamento più BASSE, tali da ottenere CALORE soltanto da un’UNICA SORGENTE TERMICA, che significa: MOTO PERPETUO di SECONDA SPECIE.

Per COSTRUIRLO ci siamo valsi della Tab C di K.RAZNJEVIC (link15), che definisce la seguente Termodinamica dell’AMMONIACA (NH3) nel Ciclo ENTROPICO  (O→3→4→5→O),(fig.7), sapendo (link11)  che la Portata di 1 kg/s determina una POTENZA di  645  KW con RENDIMENTO  Unitario  (η=1):
 
 Nel PUNTO INIZIALE (N) la POMPA aspira VAPORE di Ammoniaca a T=-60 OC e p=0,223 Atm, che COMPRIME a p=84,5 Atm e T=-60 OC (costante), quindi a p=84,5 Atm (costante) si RISCALDA da T=-60 a T=100 OC sul Primo Lato (N→3) del Ciclo, e poi SURRISCALDA sulla (3→4) da T=100 a T=150 OC con p=84,5 Atm (costante), infine sulla iso-Entropica (verticale) (4→5) la TURBINA riduce la PRESSIONE da p=84,5 a p=0,024 Atm e la Temperatura da T=150 a T=-60 OC, ottenendo FLUIDO (quasi VAPORE) a T=-60 OC e p=0,024 Atm nel Punto (5) dove riceve altro CALORE in (5→N) ritrasformandosi interamente in VAPORE a T=-60 OC e p=0,024 Atm (costanti) nel PUNTO INIZIALE (N), per RICOMINCIARE.

 
--------------------------------------------------
 

 
MOTORE a VAPORE di ANIDRIDE CARBONICA (CO2)
con RENDIMENTO UNITARIO.

Progettazione che occorre CHIARIRE.

Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.
 
     
CO2 (Anidr.Carbonica) TF=-50(0C), TC=31(0C)                     Tabella.D
T p H' H" H"-H' S' S"
(0C) (kp/cm2) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kgK) (kJ/kgK)
31 75,00 559 559 0 4,646 4,646
20 58,46 477 633 156 4,383 4,913
10 (50) 45,95 446 647 (709) 201 4,278 4,989 (5,192)
0 35,54 419 654 235 4,187 5,047
-10 26,99 394 656 262 4,098 5,092
-20 20,06 372 656 284 4,017 5,138
-30 14,55 352 655 303 3,939 5,185
-50 6,97 314 651 337 3,777 5,288
 
Nel Piano Entropico Ω(T,S), la (fig.7) assieme al Grafico Esecutivo (accanto) rappresentano il Ciclo ENTROPICO (N→3→4→5→N) dell’ANIDRIDE CARBONICA (CO2), che esclude la CONDENSAZIONE (5→6) e quindi funziona certamente con RENDIMENTO UNITARIO (η=1).        
 
In questo caso (Tab.D) tutto il CALORE occorrente lungo la Iso-Titolo del Primo Lato (N→3) per riscaldare il VAPORE di Anidride Carbonica da -50 OC fino a circa +10 OC, può essere fornito GRATUTAMENTE dall’AMBIENTE CIRCOSTANTE.
 
Tutto questo a titolo PROVVISORIO, finché non si riesca a inventare FLUIDI FRIGORIFERI  con TEMPERATURE di Congelamento più BASSE, tali da ottenere CALORE soltanto da un’UNICA SORGENTE TERMICA, che significa: MOTO PERPETUO di SECONDA SPECIE.

Per COSTRUIRLO ci siamo valsi della Tab C di K.RAZNJEVIC (link15), che definisce la Termodinamica dell’ANIDRIDE CARBONICA (CO2) nel Ciclo ENTROPICO  (O→3→4→5→O),(fig.7) come segue, sapendo (link11) che la Portata di 1 kg/s determina una POTENZA di  80  KW con RENDIMENTO  Unitario  (η=1):
 
Nel PUNTO INIZIALE (N) la POMPA aspira VAPORE di ANIDRIDE CARBONICA a T=-50 OC e p=6.97 Atm, Comprimendolo a p=45,95 Atm e T=-50 OC (costante), che poi a p=45,95 Atm (costante) si RISCALDA da T=-50 a T=10 OC sulla Iso-Titolo (N→3) del Primo Lato, poi si SURRISCALDA sulla (3→4) da T=10 a T=50 OC e 45,95 Atm (costante), infine sulla Iso-Entropica (verticale) (4→5) la TURBINA riduce la PRESSIONE da p=45,95 a p=6.97 Atm e la Temperatura da T=50 a T=-50 OC, ottenendo FLUIDO (quasi VAPORE) a -50 OC e 6.97 Atm nel Punto (5) che riceve CALORE in (5→N) trasformandosi tutto in VAPORE a T=-50 OC e p=6.97 Atm (costanti) nel PUNTO INIZIALE (N), per RICOMINCIARE.
 
-----------------------------------------------------------



MOTORE termico Freon-12 (CF2Cl2)
con Rendimento UNITARIO.

Progettazione che occorre CHIARIRE

 
Stiamo parlando del mitico RENDIMENTO Termico UNITARIO, che assieme ai nuovi Concetti di ENTROPIA (link 02) e INTEGRALI indefiniti (link 14) rappresentano NOVITA’ EPOCALI fortemente contestate dal SECONDO PRINCIPIO, perciò meritevoli di qualche RISPOSTA sia pur NEGATIVA.
   
 CF2Cl2 (Freon 12), TF=-70(0C), TC=115,5(0C)                 Tabella B
T p H' H" H"-H' S' S"
(0C) (kp/cm2) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kg) (kJ/kgK) (kJ/kgK)
115,5 40,88 564 564 0 4,612 4,612
100 33,61 529 597 68 4,519 4,701
50 12,39 468 593 125 4,352 4,738
10 (30) 4,31 428 578 (590) 150 4,220 4,750 (4,790)
0 3,15 419 574 155 4,187 4,754
-25 1,26 396 562 166 4,101 4,768
-50 0,400 375 549 174 4,012 4,793
-70 0,126 359 539 180 3,938 4,842
 
Nel Piano Entropico Ω(T,S), la (fig.7) e l’Esecutivo (accanto) rappresentano il Ciclo ENTROPICO (N→3→4→5→N) del FREON-12, che esclude la Fase di CONDENSAZIONE (5→6) e quindi funziona certamente con RENDIMENTO UNITARIO (η=1).
 
Inoltre (Tab.B) tutto il CALORE occorrente lungo la Iso-Titolo del Primo Lato (N→3) per riscaldare il VAPORE del Freon-12, da -70 OC fino a circa +10 OC, può essere fornito GRATUTAMENTE dall’AMBIENTE CIRCOSTANTE. Ricordiamo che il FREON-12 aziona numerose MACCHINE FRIGORIFERE.
 
Tutto questo a titolo provvisorio, finché non si riesca a inventare FLUIDI frigoriferi più convenienti, con TEMPERATURE di Congelamento più BASSE, tali da ottenere tutto il CALORE occorrente sempre e soltanto da un’UNICA SORGENTE TERMICA, che significa MOTO PERPETUO di SECONDA SPECIE
.

Con laTab.B di K.RAZNJEVIC (link15) tracciamo il Ciclo ENTROPICO (N→3→4→5→N) del Freon-12, dove la Portata di 1 kg/s determina (link 11) una POTENZA di  62  KW con RENDIMENTO  UNITARIO  (η=1):
 
Nel PUNTO INIZIALE (N) la POMPA COMPRIME il VAPORE da p=0,126 a p=4,31 Atm e T=-70 OC (costante), che poi a p=4,31 Atm (costante) si RISCALDA da T=-70 a T=10 OC sul Primo Lato (N→3) del Ciclo, quindi SURRISCALDA sulla (3→4) da T=10 a T=30 OC e p=4,31 Atm (costante), infine sulla ISENTROPICA (verticale) (4→5) la TURBINA riduce la PRESSIONE da p=4,31 a p=0,126 Atm e la Temperatura da T=30 a T= -70 OC, ottenendo FLUIDO (quasi VAPORE) a -70 OC e 0,126 Atm nel Punto (5), quindi riceve altro CALORE in (5→N) trasformandosi interamente in VAPORE a -70 OC e 0,126 Atm (costanti) nel PUNTO INIZIALE (N), per RICOMICIARE.
 
-----------------------------------------------------------

 
 

MURONE TERMODINAMICA


 

GESTIONE